Bernhard A. Sabel

PhD Germania

savir-center.com

 

 

Conferenza :

Sabato 30 ottobre 2021

11:30 - 12:15

 

Meditazione :

Sabato 30 ottobre

18:00 - 18:45

 

 

CONFERENZA :Come lo stress mentale e la disregolazione vascolare influenzano la perdita e il recupero della vista: una prospettiva olistica delle neuroscienze

 

La visione è il senso più importante per gli esseri umani. Dopo i danni alla retina, al nervo ottico o al cervello, la funzione visiva si deteriora spesso portando a gravi conseguenze nella vita di tutti i giorni come mobilità ridotta, difficoltà nel riconoscere oggetti e volti o con la lettura. Poiché l'ipovisione è considerata irreversibile e spesso progressiva, i pazienti sperimentano uno stress mentale continuo a causa di preoccupazioni, ansia o paura di perdere ulteriore visione e indipendenza, con rischi di depressione e isolamento sociale.

 

La perdita della vista dovuta a malattie oculari come il glaucoma, la neuropatia ottica, la degenerazione maculare o la retinopatia diabetica, sono generalmente considerate un disturbo esclusivo della retina e/o del nervo ottico. Ma anche il cervello, attraverso molteplici influenze indirette, ha altresì un impatto importante sulla disabilità visiva funzionale. Tali influenze indirette includono pressione intracerebrale, movimenti oculari, modulazione dall'alto verso il basso (attenzione, cognizione), e il rilascio dell'ormone dello stress emotivamente innescato, che colpisce la disregolazione dei vasi sanguigni. Pertanto, la perdita della vista dovrebbe essere vista come il risultato di più interazioni all'interno di una "triade occhio-cervello-vascolare", e diverse malattie "oculari" possono anche essere considerate come "malattie cerebrali" sotto mentite spoglie. Mentre il cervello è parte del problema, è anche parte della soluzione: offriamo un approccio olistico per ripristinare l’ipovisione migliorando i campi visivi attraverso la combinazione di consulenza psicologica, meditazione, miglioramenti del flusso sanguigno, e la connettività funzionale del cervello neuromodulazione di rete con stimolazione non invasiva elettrica cerebrale (vedi www.savir-center.com). La nostra ricerca e i risultati clinici supportano l'idea di un ruolo causale dello stress in diverse malattie oftalmologiche, e con un approccio di trattamento olistico e basato sull’evidenza siamo in grado di interrompere il circolo vizioso tra stress e perdita della vista e aiutare i pazienti a riacquistare un po' di vista.

 

MEDITAZIONE

Sperimentare una sessione di meditazione scientificamente convalidata che normalizza la pressione oculare.

 

 

Bernhard A. Sabel, PhD, Germania

 

Posizione attuale: Professore a tempo pieno di Psicologia Medica, Facoltà di Medicina, Otto-v.-Gericke Università di Magdeburgo, Germania (dal 1992)

Principale settore di ricerca: plasticità cerebrale dopo lesioni cerebrali e oculari con particolare attenzione ai danni del sistema visivo, ripristino della vista con formazione comportamentale e stimolazione elettrica non invasiva, neuropsicologia e neurofisiologia dei danni al sistema visivo, imaging funzionale del sistema visivo; ricerca sulla qualità della vita nei modelli di bassa visione e modelli predittivi del ripristino della vista; nanotecnologia per la neuroimaging e la fornitura di farmaci.

 


 

 

BACK